Una novità per i cuccioli: arriva il pet sharing

Al bike sharing si è ormai abituati, il car sharing sta prendendo piede, ma il pet sharing è una frontiera tutta nuova.

Una novità per i cuccioli: arriva il pet sharingAttenzione, però, il nome potrebbe essere fuorviante. Non si condivide la proprietà di cani e gatti, ma si crea una community online per chi cerca qualcuno a cui affidare il proprio cucciolo e chi è invece disponibile ad ospitarlo. Dietro all’idea, tre amici, Francesca, Jennifer e Simone, che in pochi mesi hanno messo in piedi il sito e fatto partire il progetto. “Jennifer viaggia molto per lavoro – spiega Francesca – e spesso è costretta a lasciare a me o a Simone i suoi due cani. Così ci siamo chiesti: perché non portare questo servizio in tutta Italia evitando ai padroni di ricorrere alle sempre più care pensioni?”.

Detto, fatto. Unici requisiti: amare gli animali e avere delle foto della propria famiglia, del proprio appartamento e dei propri animali. “In alcune zone mandiamo un nostro fotografo, – continua Francesca, portavoce di PetSharing – ma siamo ancora agli inizi e non riusciamo a coprire tutto il paese; in questo caso chiediamo agli associati di scattarle autonomamente e poi inviarcele. Le foto sono un modo per garantire maggiore affidabilità, dando ai padroni la possibilità di conoscere in anteprima i genitori temporanei dei loro cani e gatti”.

In questo momento le famiglie si concentrano tra Milano, Torino, Roma e Napoli, ma se ne trovano anche di sparse tra le provincie. “Puntiamo a rendere il servizio accessibile a quante più persone possibile, ma avere degli appoggi in queste città è molto importante perché sono i principali punti di snodo del trasporto italiano. Se per esempio da una piccola cittadina ci si deve spostare a Roma o Milano per prendere un aereo, ecco che qui si troverebbe anche qualcuno a cui affidare il proprio amico a quattrozampe”.

PetSharing non lotta però solo contro l’abbandono, proponendo un modo facile ed economico di affido, ma si distingue anche con eventi, attività benefiche e campagne di sensibilizzazione. Tra queste quella intitolata “In caso di bisogno”, con il patrocinio di Enpa (sezione di Firenze), che raccoglie fondi per l’acquisto di un’ambulanza veterinaria. E ancora, in fase di sviluppo, la PetCard una tessera fedeltà da inviare a tutti gli affiliati per avere sconti e promozioni in tutta una serie di strutture, dai negozi di cibo per animali fino ai veterinari.

a cura di Andrea Ruscitti

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in rassegna stampa
Clicca MI PIACE!
Accedi adesso!

Newsletter