La Casa dei Pesci continua…

Progetto di salvaguardia e valorizzazione del Mare della Maremma 

La Casa dei Pesci continua...Appena un anno fa, il 10 marzo, un folto gruppo di noi si riuniva al Podere la Pulledraia per convenire sulle possibilità e modalità di attuare il Progetto La Casa dei Pesci; l’Associazione nasceva poi il 7 Aprile. Oggi l’Associazione è una realtà che ha conquistato la fiducia di oltre 80 soci e alcune centinaia di simpatizzanti in tutta Italia e in Europa, oltre all’interesse della stampa per la nostra azione e l’attenzione delle Amministrazioni territoriali che hanno concesso il patrocinio al Progetto.

Questo ci ha anche già portato ad estendere l’area fino Punta Ala, per l’interessamento del Comune di Castiglione della Pescaia; è un ottimo inizio, che ci incoraggia ad intensificare lo sforzo per riuscire a proteggere il nostro mare. Dal punto di vista associativo, il bilancio è in ordine: i circa 9 mila euro di fondi raccolti hanno coperto appieno le spese avute per la movimentazione dei blocchi di marmo e per organizzare gli eventi di presentazione del Progetto; un piccolo margine di qualche centinaio di euro ci ha anche permesso di organizzare con tranquillità i primi eventi del 2013.

Dal punto di vista dei risultati, La Casa dei Pesci ha chiuso il 2012 con 6 dei 100 blocchi di marmo donatici dalle Cave Michelangelo di Carrara già trasportati in zona: 3 trasformati in istallazioni artistiche e pronti per la messa in mare (2 opere di Massimo Lippi, 1 opera di Alessandro Babbamini), 2 blocchi/opere in corso di completamento (Giorgio Butini, presso il Residence il Poderino di Talamone, e Matteo Maggio presso il Camping Puntala), 1 sesto blocco è già disponibile per accogliere l’opera di Massimo Lippi al Camping Orbetello.Un’opera di Massimo Lippi ha trovato collocazione provvisoria e visibilità nel piazzale del Municipio di Castiglione della Pescaia, mentre purtroppo le altre non hanno incontrato una analoga disponibilità nel Comune di Orbetello per la loro esposizione a Talamone. 

In parallelo, grazie all’opera di Mariella Poli e di Alessandra Lancellotti, gli artisti Girolamo Ciulla, Emanuele De Reggi, Michele Ciribifera, Luciano Massari ed in questi ultimi giorni Beverly Pepper, hanno prodotto un bozzetto della loro opera per il nostro Progetto. Ed infine, l’artista Emily Young ha aderito alla nostra iniziativa e presto si metterà all’opera, come molti altri artisti di una lista che diviene sempre più lunga.

2013: l’impegno delle Amministrazioni…

In gennaio, a sette mesi dalla presentazione pubblica del Progetto, le Amministrazioni – regionale, provinciale e dei 3 Comuni interessati – hanno confermato la volontà di accogliere i risultati del Progetto e definito un percorso, oggi in atto, per collegarsi e coordinarsi nell’intento comune. Questo, nella speranza che si realizzi al più presto, permetterà di incontrare il loro supporto a partire dalle procedure per autorizzare al più presto la messa in mare delle prime opere.

… di Roma Capitale e dei Musei Capitolini…

Il primo successo di questo anno è certamente l’accoglienza ricevuta dal III Municipio di Roma e dall’Amministrazione dei Musei Capitolini che hanno permesso la realizzazione di un grande evento di scultura estemporanea dell’amico artista Massimo Catalani nei giardini di Villa Torlonia. Non ci sono parole per descrivere la suggestione del luogo e dell’opera realizzata e la calorosa accoglienza del pubblico romano

… e non ci sono parole per ringraziare l’Amministrazione di Villa Torlonia e Zètema (azienda di Roma Capitale che opera nel settore Cultura) per l’accoglienza regalataci e per la proposta di progettare un nuovo evento per il prossimo anno: GRAZIE!

Sono stati 14 giorni di incontri, di pubblicità per il Progetto e di festa, grazie all’impegno di Massimo Catalani ed al supporto ricevuto da HQF – High Quality Food (www.hqf.it), che ci ha regalato il catering e molto altro, ed all’ospitalità della Galleria Bosi (www.anticagalleriabosi.it).

Un GRAZIE particolare anche a Claudio e Alessandra Rossi che hanno finanziato la messa in mare di uno dei blocchi che completeranno l’opera di Massimo Catalani. Il successo è stato anche mediatico: hanno parlato di noi i principali quotidiani nazionali, i telegiornali e molti altri format, confermandoci del grande valore della nostra iniziativa, molti articoli e video sono reperibili e visibili su ‘YouTube’.

L’opera di Massimo Catalani, intitolata La Casa dei Pesci, è realizzata con bassorilievi dipinti con una pittura fotoluminescente che ne permette la fruibilità in notturna. Essa, nel progetto artistico, è l’elemento centrale di una installazione che viene a ricreare una “piazza nel senso classico del termine, centro di incontro del popolo dei pesci”, realizzata con una corona di 12 blocchi marmorei posti intorno a cornice. L’opera di Massimo Catalani è oggi visibile a Talamone, gentilmente ospitata dall’Hotel Baia di Talamone, nell’area di parcheggio prospiciente la strada, non essendo stato possibile ottenere dal Comune l’autorizzazione per una collocazione più dignitosa e fruibile della scultura.

… e dei Gruppi di Acquisto Solidale.

A Siena, all’inizio di Marzo, i GAS dell’area senese hanno organizzato una imponente cena di presentazione del Progetto e di raccolta fondi, che ha portato risultati importanti anche in termini di nuove adesioni al Progetto. Organizzarsi per l’estate Quest’anno possiamo davvero fare molto e dare un impulso definitivo al Progetto: renderlo inarrestabile! Abbiamo la disponibilità di artisti a donare opere pittoriche o grafiche da destinare alla raccolta di fondi ed a donare il loro tempo per eventi estemporanei, vogliamo continuare a far conoscere il progetto ai turisti nelle strutture ricettive, e vorremmo fare molto altro…

Ma abbiamo bisogno di volontari, persone che aiutino il progetto dedicando un po’ del loro tempo per realizzare eventi pubblici (presentazioni, cene, eventi con gli artisti, in Maremma o nelle città), imprenditori che si rendano disponibili a pubblicizzare il progetto nelle loro attività commerciali (negozi, bar, ecc.) ed anche nei canali virtuali di commercio e di informazione online.

Inviateci le vostre disponibilità via mail, vi coinvolgeremo subito! Contribuite, aderite e fate aderire all’Associazione Comitato per La Casa dei Pesci. L’adesione è gratuita, perché essere tanti è il primo successo. L’idea del progetto associativo è di:

Dare sostenibilità al Mare della Maremma, creando, attraverso il messaggio dell’arte:

  • un migliore livello di ripopolamento ittico nei bassi fondali e in quelli a maggiore profondità anche proteggendo l’area dalla pesca illegale;
  • dei percorsi didattici marini per una fruizione più istruttiva dei tratti di costa più belli; 
  • un ‘giardino marino dell’arte nelle zone di balneazione, con sculture e installazioni immerse, che costituisca un’attrazione per il turista.

Il vostro contributo è indispensabile! Movimentare un blocco costa 300-350 euro, la messa in mare altrettanto. Sul sito de La Case dei Pesci potrete usare PayPal, oppure le coordinate bancarie seguenti: Associazione Comitato per La Casa dei Pesci ONLUS c/o Centro visite Parco della Maremma – Via del Bersagliere 7/9, 58100 Alberese GR Codice Fiscale 92076500534 – IBAN: IT21E0200814304000102216722

Taggato con: , , , , , , , , , , ,
Pubblicato in notizie
Clicca MI PIACE!
Accedi adesso!

Newsletter